Post

Immagine
  5 TAPPE PER UNA GESTIONE SOSTENIBILE:SECONDA TAPPA IL PIANO FINANZIARIO Nella prima tappa hai messo le basi, hai compreso la tua situazione economica attuale e hai fatto i primi passi verso la corretta gestione finanziaria della tua piscina. Se hai fatto i compiti avrai una situazione molto più chiara di dove ti trovi in questo momento e puoi passare alla seconda tappa. Ci sono molti gestori che hanno dedicato tempo e denaro alla realizzazione dei loro obiettivi, eppure nulla per loro è mai cambiato. Hanno lavorato con le giuste strategie, hanno imparato le giuste tecniche ma nel momento dell’azione si sono persi e ho individuato la vera causa del problema. Dire semplicemente: “Voglio diventare un gestore finanziariamente sostenibile” Non è un buon obiettivo. E’ solo un desiderio, un ottimo desiderio, ma pur sempre un desiderio. Il punto è trasformare questo desiderio in qualcosa che puoi quasi “toccare con mano”. E se non lo fai, quasi sempre finira
Immagine
COME CALMARE CLIENTI ARRABBIATI   Chiunque lavori al front office, prima o poi avrà a che fare con una persona arrabbiata. Lo stress è l'imprevedibilità di queste situazioni sono le cause della maggior parte dei disastrosi fallimenti.   1-     Mantieni la calma e sii comprensiva In situazioni con persone arrabbiate e in generale nei conflitti interpersonali, la prima reazione è ciò che va storto. Se qualcuno ci attacca, ci mettiamo automaticamente sotto stress e cambiamo nella modalità di difesa – combattere o fuggire. Ma proprio questo è l’approccio sbagliato se la tua meta non è colpire il cliente che hai davanti, ma calmarlo.   Zen Habits, è un blog che consiglio a tutti i rappresentanti dell’assistenza clienti che si trovano spesso in situazioni stressanti. Che in pratica, è “l’arte di lasciar andare”. Essendo in questo stato, realizzi, che non è l’evento stesso a causare lo stress. Non è il cliente arrabbiato, i tuoi colleghi o il tuo capo.
Immagine
  5 TAPPE PER UNA GESTIONE SOSTENIBILE   PRIMA TAPPA: LA SITUAZIONE FINANZIARIA   Fare gestione sostenibile è un gioco e quindi chi capisce come funziona il gioco poi ottiene risultati molto più velocemente ed è uno dei molti problemi dei gestori che non capiscono come funziona il denaro perché sono abituate a barattare tempo per soldi.   Quindi queste tappe saranno molto carine e vi faranno riflettere sulla vostra situazione finanziaria e come cercare di portarla ad un altro livello.   Quindi la prima tappa è la situazione economica della tua gestione e dove ti trovi e il tuo piano finanziario.   Definire dove ci si trova è una delle cose più importanti per capire dove si vuole arrivare e in questo bisogna essere onesti.   Parti da predisporre un’agenda (cartacea o in formato excel) per compilare la tua situazione finanziaria.   Il conto economico è come girano i flussi del denaro e quindi le entrate che avete dalla vostra gestione (entrat
Immagine
  LA FORZA CHE FA LA DIFFERENZA IN UNA PISCINA: LA RECEPTION   Molti gestori di piscine sono convinti che per incrementare gli incassi serva investire nel marketing per attirare nuovi potenziali iscritti.   Altri danno priorità nel migliorare la propria struttura, renderla più confortevole, bella, all’avanguardia, con una grande varietà di attività e servizi.   Altri ancora ritengono che offrire un prezzo competitivo o avere una politica di promozioni e sconti sia la strategia giusta per aumentare iscritti e incassi.   La verità è che tutte queste cose, per quanto possano sembrare importanti o addirittura essenziali, non servono a nulla se poi non riesci a venderle alla gente.   Il marketing per quanto fatto bene, una bella struttura, una ampia proposta di servizi, una promo speciale, da soli NON possono vendere i tuoi abbonamenti.   La forza che fa la differenza in una piscina è infatti la preparazione e capacità della tua reception, che grazi
Immagine
  LE 8 AZIONI CHE DEVI FARE OGGI E' finito il primo quadrimestre di esercizio ( il secondo per chi tiene conto dell'anno sportivo). E' tempo di tirare le somme per programmare il prossimo quadrimestre che, tradizionalmente, è quello più difficile dal punto di vista della produzione di fatturato e della marginalità. Le 8 azioni che devi fare oggi: 1) confronto tra fatturato previsto e fatturato effettivo 2) confronto tra costi previsti e costi effettivi 3) confronto tra marginalità operativa prevista ed effettiva 4) confronto tra marginalità finanziaria prevista ed effettiva 5) cassa disponibile 6) necessità di cassa per il prossimo quadrimestre 7) definizione del fatturato necessario a coprire almeno le necessità di cassa 8) programmare le azioni necessarie sugli iscritti, sulle liste degli ex iscritti e sul mercato per produrre il fatturato previsto Se non sei in grado di fare una o più di queste azioni dovrai per forza prenderti quello che viene
Immagine
  HAI LA STOFFA DEL COORDINATORE ?   I collaboratori non vanno via perché hanno pochi turni. Magari si arrabbiano un po’, ci restano male, ma non vanno via. Vanno via quando capiscono che per il loro coordinatore non sono importanti. Sono due cose diverse.   Quindi cosa devo fare per avere la stoffa del buon coordiantore? All’inizio di ogni giornata fatti trovare per primo in piano vasca. Un istruttore entra e gli dici una stupidata qualsiasi. Che bel taglio di capelli che hai oggi! Ieri sera com'è andata con la tua fidanzata? Non basta un semplice ciao. Devi fargli sentire che ti sei accorto di lui e che lui per te è importante. Altrimenti è inutile che lo chiami. Fai sentire gli istruttori importanti. Una telefonata per dire com'è andata un’interrogazione o una visita. Una chiacchierata fuori dalla piscina. Un quotidiano appassionarsi alla loro vita. Un esserci quando hanno bisogno. Questo va fatto con tutti e con ciascuno. E con quelli che
Immagine
  COME CALCOLARE LA TUA NECESSITA’ DI CASSA FINO A SETTEMBRE       Per tradizione il mese di aprile è l’ultimo con un margine di cassa positivo.   Dal mese di maggio il calo del fatturato spontaneo e della frequenza in piscina determinano una maggiore difficoltà a produrre margini.   Da sempre “i mesi estivi” sono quelli nei quali si deve utilizzare la cassa per sopperire al calo di fatturato.   Hai calcolato la cassa che ti serve fino a settembre?   Uno degli errori più frequenti nella gestione della piscina è la mancanza di obiettivi a medio e lungo termine.   Questo errore comporta una visione a breve termine che, nella migliore delle ipotesi, arriva a definire l’obiettivo di fatturato del mese senza tenere conto dei margini e delle necessità di cassa dei mesi successivi.   Ti faccio un esempio concreto partendo dalle basi del controllo di gestione.   Nella gestione ordinaria la tua piscina ha uscite quasi costanti nei costi fissi du