Ascoltare... Ma non sentire



È un errore che tende ad allontanare nel giro di poco le persone perché crea immediatamente una disaffezione da parte del cliente, cioè il non raggiungere immediatamente l'obiettivo o l'esigenza che il cliente si aspettava, la famosa disillusione immediata.
La persona arriva con un'idea ma io non ascolto quello che mi sta dicendo e di conseguenza il servizio che erogo o che gli propongo è distante da quello che lui si aspettava.
Questa tendenza è uno dei dati che puoi vedere, monitorando quanto le persone sono assenti nel mese di frequenza.
Verificare il tasso di non frequenza ti dirà se il Tuo modus operandi ha un senso oppure no

Normalmente un dato corretto Nazionale si aggira tra il 10 e il 15% di non frequenza.
Quando hai un tasso percentuale di assenza più elevato di questi dati, devi iniziare un po' preoccuparti, cioè devi iniziare a fare un'indagine perché sicuramente le persone che frequentano la Tua Piscina, non hanno ricevuto quello che loro si aspettavano.
La prima reazione che hanno è quella di fuggire, di scappare perché il servizio offerto non era quello che si aspettavano.

Ascoltare deve diventare una delle cose primarie.
L’ascolto e la comprensione di chi abbiamo davanti, cambia completamente il valore dell'esperienza perché innesca immediatamente una cosa con il cliente che è la relazione che avete sin da subito e la relativa fiducia immediata.

Considera che le persone che arrivano ti affidano il proprio benessere perchè ritengono tu possa aiutarli a raggiungere uno scopo o risolvere un problema.
Immagina la delusione che può avere una persona Immediatamente dopo essersi accorta che questa attenzione tanto promessa all'inizio della fase commerciale non c'è nella parte tecnica.
E come uscire la prima volta con un ragazzo o con una ragazza… te lo immaginavi, lo hai quasi disegnato e quando ci sei uscito la prima volta la delusione è stata tanta….. Il secondo appuntamento glielo dai sì o no ?

Quindi è fondamentale ragionare su questo aspetto perché è uno dei problemi che porta alla non fidelizzazione di una clientela ma perché ti arriva dalla non frequenza.
La non fidelizzazione in questo caso è legata al fatto che le persone tendono a frequentare di meno.

Quale soluzione?
Monitora costantemente la frequenza delle presenze ad ogni singola lezione e concorda con il Tuo istruttore che avvisi il coordinatore quando un suo allievo/a non frequenta con costanza il corso.
Il Tuo coordinatore poi deve comunicarlo alla segreteria che chiamerà la persona per sincerarsi delle motivazioni che l’hanno portata a non frequentare o a frequentare in maniera incostante.

Commenti

Post popolari in questo blog