Post

Visualizzazione dei post da Agosto, 2020

LA FORMAZIONE

Immagine
  COSA ACCADE QUANDO NON FORMI I TUOI COLLABORATORI         Se non sei il personal trainer dei tuoi collaboratori significa che si “allenano” come gli pare e  quindi si possono creare un po' di problemi perché la conseguenza  è che si sentano un po' abbandonati a se stessi.     E come lasciare un atleta in vasca e dirgli “vai allenati” e sperare che lo faccia come si deve.   Magari può accadere che è ci sia qualcuno estremamente motivato che riesca davvero a fare tutto bene e da solo.   Se non diventi realmente il personal trainer nei confronti dei tuoi collaboratori le problematiche che si possono innescare sono diverse:   Da una parte, rispetto al servizio che la tua piscina propone, può accadere che i tuoi collaboratori, per lo stesso ruolo, per lo stessa azione che le/gli dici di fare, possano farla diversamente o farla meno accurata.   Se dici al personale della segreteria di vendere degli abbonamenti o di telefonare ai clienti, m
Immagine
  IL PERSONAL TRAINER     Oggi parliamo di u n argomen to riferito alle problematiche che accadono in maniera pressoché costante nella ge stione di una piscina.   l'arte del gestore da una parte di lamentarsi dei suoi collaboratori addetti alla reception, ma dall'altra, nella realtà, di non avere un sistema efficace, come se non ci fosse un'abitudine a quello che poi è il controllo deil’operato della reception.   Una disabitudine del gestore a fare il gestore in maniera adeguata.   Spesso da la delega in bianco, lo stipendio a qualcuno per fare delle azioni al posto suo.   Tutto questo si traduce spesso in una grande anarchia e una grande difficoltà da parte della collaboratrice   di sapere cosa deve fare come deve farlo e come strutturarlo al meglio.   Oggi è fondamentale, per una gestione sostenibile, fare anche una corretta formazione attraverso tutte le procedure, tutte le azioni e attivare tutti gli strumenti per poterla fare.  
Immagine
  1.000 euro al metro cubo     Ripartiamo   per condividere non solo i pensieri ma per darti anche quelle dritte giuste secondo i periodi dell’anno sportivo e potenzialmente essere di aiuto  ai gestori del mondo del nuoto.   Il tutto perché un giorno ci siamo domandati “ma qual è la scuola di formazione per i gestori?”.   Tutti hanno studiato tantissimo da istruttori, si sono poi evoluti nel tempo diventando sempre più bravi ma per la gestione delle piscine in realtà si sono adattati o hanno adottato le strategie non strategie che gli dava la tradizione o ascoltando qualcuno che vendendogli prodotti vari gli diceva “hai una bella piscina e farai i soldi”, “potrai avere un cliente a metro quadro”.   Se la sono venduta bene e hanno fatto benissimo perché era il meccanismo che serviva da specchietto delle allodole per portare poi il gestore a dire come faccio a raggiunge la gloria?   Compra questo, metti questa novità, compra queste altre cose.  
Immagine
  Per molti gestori dopo Ferragosto ricomincia la stagione. Cosa dovrebbero fare per iniziare con il piede giusto? l'unica cosa certa e che dovranno fare i conti con una serie di incognite. L’unica certezza saranno i costi. Quindi per cominciare bene redigi il tuo budget mensile fino a dicembre. Un budget che tenga conto dei costi ordinari e di quelli spostati in avanti in conseguenza degli ultimi mesi difficili. Fai un budget di competenza tenendo conto le scadenze previste Fai anche un budget di cassa programmando spostamenti finanziari che ti possano agevolare. Ti servirà per programmare i tuoi obiettivi E verificarli ogni giorno, ogni settimana, ogni mese.   Buona ripartenza a tutti.   gestionesostenibile@gmail.com